Registrati!

riceverai subito informazioni


Bando di ammissione


Universita' degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli"


Via Pansini, 5 Edificio 17 - 80131 Napoli


Segreteria Scientifica:

Prof. Dott. Luigi Brusciano

Master di II° livello in Colonproctologia

La Colon-Proctologia nasce come branca super-specialistica della Chirurgia Generale, dedicata alle malattie del colon, del retto e dell’ano. Tali patologie costituiscono una rilevante percentuale delle affezioni dell’apparato digerente ancora oggi spesso sottostimate, soprattutto per quanto riguarda la regione ano-perianale; il paziente infatti, molte volte per pudore, tende a non parlare del proprio problema.

La Colon-Proctologia, per altro, si è sviluppata lentamente sia per la ritrosia dei pazienti a riferire i disturbi nei relativi ambiti, sia perché il trattamento delle patologie anorettali era ritenuto di prestigio minore e in molti casi non risolutiva.

La Colon-Proctologia per quanto “giovane” come disciplina, ha registrato enormi progressi, raggiungendo nuove cognizioni ed offrendo risultati sempre migliori per i pazienti, sia in termini di guarigione, che per la qualità del decorso post-operatorio. Tutto ciò è stato possibile perché il Colon-Proctologo ha acquisito nuove competenze e conoscenze in ambito fisiopatologico, diagnostico, terapeutico e riabilitativo, collaborando, laddove necessario, con altri specialisti, come l’urologo ed il ginecologo, e ponendo il paziente al centro di un corretto approccio multidisciplinare.

La conoscenza specifica non può, peraltro, prescindere da un processo di formazione a sua volta super-specialistico. Appare evidente come sia di fatto impossibile per un Chirurgo Generale mantenere elevati standard professionali in tutti i settori e come sia necessario concentrare la propria attività in limitati settori della Chirurgia, nei quali tendere all’eccellenza.

Sebbene negli altri Paesi Europei siano previsti percorsi universitari di formazione chirurgica con “indirizzi caratterizzanti” (durante gli anni di tirocinio per acquisire il titolo di Chirurgo, si può già frequentare per un massimo di due anni unità chirurgiche super-specialistiche) e successivamente siano presenti percorsi di “fellowship”, in Italia la formazione in Colon-Proctologia è parte della disciplina della Chirurgia Generale.

Non esistono nel nostro Paese iter formativi dedicati, se non corsi di perfezionamento organizzati da Società Scientifiche di riferimento (con Docenti Universitari ed Ospedalieri, ma che non abilitano al titolo di specialista della branca). L’Università, d’altro canto, propone percorsi didattici super-specialistici attraverso Master Universitari di I e II livello, Corsi di Perfezionamento e di Alta Formazione. Questi corsi possono, in parte, sopperire alla “carenza” della Scuola di Specializzazione, venendo a rappresentare un bilanciato percorso teorico-pratico e prevedendo l’approfondimento nell’impiego delle nuove tecniche di diagnostica per immagini (dall’ultrasonografia endoanale alla RMN pelvi-perineale), di quelle endoscopiche (endoscopia ad alta risoluzione con cromoscopia elettronica) e delle metodiche di studio morfofunzionale (dalla manometria anorettale ad alta risoluzione alla defeco-RMN, alla valutazione del tempo di latenza motoria del nervo pudendo), delle tecniche chirurgiche (dal trattamento dei prolassi con tipologie di suturatrici diverse alla neuromodulazione sacrale, al moderno approccio mini invasivo laparoscopico o trans anale, come la TEM, per i tumori del retto), con la partecipazione attiva nell’esecuzione delle indagini diagnostiche e quindi alle procedure chirurgiche in Centri di III livello.

Tuttavia, sebbene la richiesta formativa sia in aumento, sono ancora poco diffusi i Master specifici, a numero chiuso e dal costo elevato.

La prospettiva futura della Colon-Proctologia, e di riflesso della formazione in tale branca, sarà quella di mettere al centro dell’attenzione il malato, preso in cura non da un solo Chirurgo, ma da un’équipe multidisciplinare di specialisti capaci di occuparsi con competenza di tutti gli aspetti della patologia.

VIDEO | IMMAGINI

Pavimento Pelvico
Master di II° livello in Colonproctologia
Master di II° livello in Colonproctologia Universita' degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli"